• Moretti Editore

Le fave


Preziosi bocconcini nascosti in un baccello


A pasquetta fanno la loro comparsa nei cesti del picnic per le scampagnate fuori porta insieme e salame e Pecorino. Chiuse nei loro baccelli, le fave si offro per essere gustate così, crude e freschissime.


Una leggera pressione delle dita per farle sgusciare fuori dalla loro pellicina e, voilà, che saltano subito in bocca, croccanti e saporite. Le fave sono un legume eclettico. Crudo o cotto, fresco o secco (o congelato), è un alimento che fin dalla notte dei tempi ha arricchito i menù, soprattuto meridionali. Già presente sulle tavole dell’Antica Roma e della Grecia ora sono diffuse in tutto il mondo.

Appartengono alla famiglia delle leguminose e ne esistono tante varietà. Quella da consumare a tavola è la Major, che inizia a far capolino negli orti tra fine Marzo e inizio Aprile, proprio per le festività pasquali. Si consumano i grandi semi schiacciati verde brillante, sgusciati dal baccello e privati della pellicina che li custodisce uno ad uno. Hanno grandi proprietà nutrizionali e salutari oltre al vantaggio di essere molto economiche. Sono particolarmente generose di ferro, minerali e tante vitamine, se consumate crude. Ma attenzione al favismo! È una controindicazione molto grave che impone di evitare il consumo di fave (ma anche piselli e verbena) per le persone che ne sono affetti. Si tratta di un’anomalia genetica che provoca il deficit di alcuni enzimi e la conseguente compromissione del funzionamento e della sopravvivenza stessa dei globuli rossi.

Per tutti quelli che non ne sono affetti vi suggeriamo di gustarle crude, per poterne assaporare appieno il gusto e le proprietà, oppure di assaggiarle in una delle tante preparazioni che le vede protagoniste. Un esempio? Seguite la nostra ricetta qui accanto.



Crema di fave aromatica


Ingredienti per 2 persone

• 300 g circa di fave sgusciate fresche (o surgelate)

• 1 patata

• olio extravergine di oliva

• un ciuffo di timo, maggiorana e menta freschi

• sale e pepe


Preparazione

Portate ad ebollizione 2 litri circa di acqua leggermente salata. Intanto, mondate le fave eliminando il baccello, poi scottate le fave nell’acqua bollente, scolatele (conservando l’acqua di cottura) ed eliminate la buccia di ciascuna fava. Rimettete le fave nell’acqua di cottura, aggiungete la patata pelata e tagliata a pezzetti e coprite con altra acqua, se necessario, quindi cuocete per circa 20 minuti.

A cottura terminata, frullate il tutto con il mixer ad immersione fino ad ottenere una crema morbida. Aggiungete le erbe aromatiche tritate grossolanamente e cuocete per altri 5 minuti circa. Togliete dal fuoco la crema di fave, conditela con un filo di olio d’oliva, un pizzico di sale, solo se necessario, una macinata di pepe e guarnite con delle foglioline di erbe aromatiche.

Foto © Depositphotos.com

3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti