La pizza ci rende felici!


Un ottimo rimedio contro il malumore. Simbolo per eccellenza di convivialità la pizza è un alimento completo che assicura energia e vitalità, rilassa e rasserena. Ma occhio alle quantità.


di Stefania Antonetti


Perfetta per organizzare una serata con amici e parenti, la pizza oltre ad aver fatto grande l’Italia nel mondo, fornisce un mix di nutrienti che danno energia e aiutano a sentirsi più carichi. Indiscutibilmente tra i cibi più amati e apprezzati a livello globale. Ma quale segreto si cela dietro tanto successo? Innanzitutto, è gustosa, economica e relativamente semplice da preparare. I suoi ingredienti: acqua, pomodoro, mozzarella, basilico e farina. Tutti alimenti salutari alla base della dieta mediterranea capaci di trasformare questo piatto in un vero e proprio modello della buona alimentazione. Ma c’è di più! La pizza rende più felici. Un alimento completo dal punto di vista nutrizionale che garantisce all’organismo il giusto apporto di carboidrati, proteine e lipidi. E la scienza conferma: “la pizza consumata nelle giuste quantità, massimo una volta a settimana, può essere considerata un vero e proprio booster per l’umore”. Fornisce infatti un mix di nutrienti come i carboidrati complessi e le vitamine del gruppo B che oltre a dare energia influenzano la produzione dei neurotrasmettitori legati al benessere. Molecole che hanno un ruolo chiave nella regolazione dell’umore. Contiene inoltre triptofano presente sia nell’impasto che nella farcitura in particolare nei latticini come la mozzarella. Un aminoacido essenziale precursore della serotonina, l’ormone della felicità. Apporta in più la tirosina, un aminoacido essenziale che favorisce la produzione di dopamina e noradrenalina, due neurotrasmettitori che aiutano a sentirci più “in sprint”. Rilassa e rasserena. La pizza favorisce infine la produzione di endorfine da parte del cervello che aiutano a rasserenare e a rilassare. Un solo consiglio però: “attenzione alle quantità”.



GIORNATA MONDIALE DELLA PIZZA


Il 17 gennaio si celebra la giornata del piatto più amato dagli italiani: la pizza. Nata nel 2017 quando la pizza ha ricevuto il titolo ufficiale del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dal Comitato Unesco per la Protezione Culturale Immateriale. E’ il piatto simbolo della nostra gastronomia, ma anche l’alimento più popolare e diffuso al mondo. Una festa che cade non a caso il giorno in cui si celebra Sant’Antonio Abate Patrono dei pizzaioli. Regina indiscussa, oggi la pizza è conosciuta e amata in tutto il mondo e in alcuni paesi il consumo è molto più alto che in Italia. Negli Usa la percentuale di pizze sfornate è pari a 13 chili a testa ogni anno, ma è la Norvegia il paese dove si mangia più pizza al mondo.


 

Foto © Depositphotos