• Moretti Editore

La pasta


Base della dieta mediterranea, la pasta fa bene al metabolismo, al cuore, al sangue, allo spirito e alla fantasia. Basta non esagerare



di Stefania Antonetti La pasta è l’alimento che per eccellenza rappresenta l’Italia nel mondo. Uno dei componenti principali della dieta mediterranea dalle svariate proprietà benefiche e da importanti valori nutrizionali. Si crede che faccia ingrassare, ma in realtà le cose non stanno proprio così.


A chiarirlo sono gli esperti: “il sovrappeso dipende infatti dalle porzioni e dallo stile di vita sedentario. Con il consumo di pasta una dieta è bilanciata e completa. Ecco perché non bisognerebbe mai rinunciarvi”. E’ difatti considerata un’ottima alleata della dieta. “Essa possiede un grande potere saziante – aggiungono gli esperti -. Naturalmente non bisogna esagerare nella quantità e nei condimenti.


L’ideale è costituito da circa 80 grammi di pasta, con il pomodoro fresco, con le verdure e condita con pochissimo olio”. Ma la pasta non è solo sinonimo di bontà. Le proprietà benefiche che vengono attribuite ad un giusto consumo sono molteplici. Può essere considerata addirittura un’ottima soluzione contro lo stress. Essendo buona, riesce a mettere di buonumore. Inoltre la pasta contiene vitamine del gruppo B: soprattutto la B1 fondamentale per il corretto funzionamento del sistema nervoso.


Non dimentichiamoci che dall’amido della pasta si libera il glucosio, che favorisce la sintesi della serotonina, il neurotrasmettitore che “provoca” una sensazione di benessere. La pasta aiuta anche ad affrontare gli sforzi più intensi sia dal punto di vista fisico che mentale. Essendo facilmente digeribile, riesce a fornire energia da spendere immediatamente da parte dell’organismo.


Alcuni studi hanno inoltre dimostrato che, fra i carboidrati, la pasta ha l’indice glicemico più basso. Tutto ciò favorirebbe anche la protezione del cuore, in quanto l’indice glicemico basso non alza i livelli della proteina C reattiva, che si è rivelata collegata al rischio cardiovascolare. Contiene inoltre pochissimo sodio e anche fibre, fondamentali nella prevenzione delle malattie cardiovascolari e dei tumori.



GIORNATA MONDIALE DELLA PASTA


Il 25 ottobre si festeggia la Giornata Mondiale della pasta simbolo della Dieta Mediterranea. L’evento, organizzato da Unione Italiana Food (Aidepi) e Ipo International Pasta Organization, risale al 1998 quando a Napoli venne celebrata per la prima volta. L’obiettivo è richiamare l’attenzione su un alimento globale dai pregi indiscutibili adatto ad uno stile di vita: dinamico e sano, capace di soddisfare sia le esigenze alimentari primarie che quelle della gastronomia di alto livello. La Giornata mira a massimizzare dunque la promozione di un cibo straordinario, buono, sano, nutriente, accessibile e sostenibile. Un pilastro della Dieta Mediterranea, riconosciuto come Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità dall’Unesco.




© Depositphotos.com

6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti