“IL RE SOLE”



Tanti raggi, tanti effetti. Il sole è un’esauribile fonte di vita. Un’ondata di ossigeno e benessere in grado di favorire la produzione di vitamina D. E non solo L’esposizione al sole è un toccasana per cuore, depressione, ossa, circolazione e pelle. Basta però non esagerare e proteggere la pelle.


Sole, energie, movimento e relax. Una benedizione mistica che tradotta vuol dire estate; la stagione del mare, della montagna o più semplicemente il momento in cui si vive più all’aria aperta. La conseguenza più ovvia? Una maggiore esposizione al sole nei mesi di luglio e agosto. Calore e luce che non si traducono però soltanto in “abbronzatura”.



IL SOLE È VITA!


Nonostante si senta spesso parlare di sole in modo negativo, per i rischi legati alla comparsa di tumori alla pelle, in realtà i benefici offerti al nostro organismo sono davvero tanti. Non a caso l’elioterapia, ovvero la cura del sole, era già nota fin dai tempi antichi. Una potente medicina naturale e gratuita utilizzata da greci ed egizi per curare le piaghe cutanee e altre malattie della pelle. Senza dimenticare che la sfera d’influenza di Apollo, la divinità del sole, comprendeva anche la medicina tramite il figlio Asclepio, il cui bastone è il simbolo internazionale del soccorso medico.



UN CULTO INTRAMONTABILE


Un “sole amico” raccontato anche da Dante: “non esiste cosa visibile, in tutto il mondo, più degna del sole di fungere da simbolo di Dio, poiché esso illumina con vita visibile prima se stesso, poi tutti i corpi celesti e terreni”. E amico fu anche degli egizi che avevano sapientemente ideato una tecnica chiamata “Sun-gazing” utilizzata anche dagli indiani d’America che consisteva nel guardare il sole 10 secondi il primo giorno per poi aumentare di giorno in giorno fino ad arrivare a 15 minuti per un totale di 30 giorni di pratica. Sole che doveva essere contemplato appena sorto al tramonto.



FONTE DI ENERGIA E CALORE

Una sostenibile fonte di vita con effetti benefici su corpo e psiche. Quasi tutto quello che ci riguarda come esseri viventi dipende in ultima istanza proprio dalla sua energia. Energia che stimola la creatività e l’apertura verso il mondo esterno. Ciò spiega anche perché quando si descrive una persona socievole, positiva ed empatica si usa l’aggettivo “solare”.



MA C’È DI PIÙ


La scienza conferma: “l’esposizione del corpo ai raggi del sole è molto importante per la nostra salute e ha effetti benefici per tutto l’organismo. È necessario però calibrare bene le “dosi” di esposizione”. L’esposizione sembra davvero essere fondamentale per il buon funzionamento dell’organismo. Alcuni studi confermano inoltre che determinate vitamine, necessarie per le ossa sono prodotte solo grazie all’esposizione ai raggi del sole. Altri studi scientifici hanno sottolineato invece come il sole sia in grado di far diminuire il rischio di sviluppare alcuni tipi di cancro e determinate malattie degenerative del sistema nervoso.



PAROLA D’ORDINE: PROTEZIONE


Sole sulla pelle, sull’organismo e sulla mente: una vera e propria benedizione. L’importante è calibrare bene le dosi di esposizioni, senza dimenticare di:


Preparare la pelle.

Un mese prima dell’esposizione solare è consigliabile assumere degli integratori solari, formulati per ottimizzare la barriera cutanea e ottenere un’abbronzatura sana.


Evitare le ore centrali della giornata.

Per non rischiare scottature ed eritemi non esporsi dalle 12.00 alle 16.00. È importante farlo gradualmente, iniziando con massimo un quarto d’ora di sole diretto.


Scegliere la crema giusta.

Assicurarsi che il fattore di protezione (SPF) sia adatto al proprio fototipo, anche se il consiglio dei dermatologi è quello di usare una crema solare 50, o almeno 30 in caso di carnagione più scura.


Applicare bene la protezione.

Il che vuol dire almeno mezz’ora prima 

dell’esposizione, rinnovando l’applicazione ogni due ore e dopo ogni bagno; senza dimenticare le zone più delicate, come attaccatura dei capelli e sopracciglia.


Reidratare la pelle.

Con l’esposizione la pelle subisce uno stress. Per reidratarla e nutrirla, è consigliabile utilizzare un bagno doccia delicato e applicare una crema emolliente, riparatrice e lenitiva.



UN BAGNO DI SOLE, UN BAGNO DI SALUTE!


Bastano soli 20 o 30 minuti di esposizione al giorno per dare la sveglia al metabolismo e migliorare l’umore e la bellezza della nostra pelle. Ma quali sono gli effetti benefici della luce solare?


Stimola la produzione di vitamina D

Importantissima e indispensabile per le ossa, è un antitumorale e un immunomodulante, ossia tiene in ordine il nostro sistema immunitario. Per assumerla basta anche solo una passeggiata sotto al sole.


Favorisce la produzione di melanina

È il pigmento scuro che comunemente chiamiamo abbronzatura che, oltre a donare un piacevole effetto estetico, protegge la pelle dai rischi dell’esposizione solare.


Migliora lo stato della pelle

I bagni di luce svolgono un’azione disinfettante e antinfiammatoria e possono contribuire a migliorare alcune malattie della pelle come psoriasi ed eczemi.


Allevia i dolori muscolari

Fa bene alla cervicale, lenisce il dolore alle articolazioni e allevia le contratture e i dolori muscolari, soprattutto derivanti da malattie infiammatorie come l’artrite.


Migliora la qualità del sonno

Il sole influenza il metabolismo e produce neurotrasmettitori fondamentali per il ritmo sonno-veglia.


Combatte depressione e stress

Stimola la produzione di serotonina e libera le endorfine, riportando effetti positivi sul buon umore, diminuendo così la percezione dello stress. Condizione questa che aiuta a contrastare la psoriasi.


Abbassa la pressione sanguigna

Studi recenti suggeriscono che l’esposizione ai raggi UV aiuta a proteggere da infarto e ictus. Previene inoltre l’Alzheimer e la sclerosi multipla; aiuta l’asma; frena l’appetito e riduce il rischio di obesità e di diabete di tipo 2.


 

Foto © Depositphotos.com