top of page

Granita di Anguria




Composta per oltre il 90% di acqua, il suo consumo aiuta a prevenire la disidratazione nei giorni più caldi. È l’anguria il frutto fresco e dissetante simbolo per eccellenza della stagione estiva.


Quando le temperature impennano l’anguria è il frutto che più viene voglia di mangiare ma anche quello che più si presta a essere trasformato in granita perché ricco di acqua e naturalmente dolce. Dal gusto intenso e dalla consistenza granulosa e ghiacciata è una ricetta estiva deliziosa e semplicissima da preparare con i suoi due ingredienti: cocomero e zucchero, perfetta come spuntino, merenda, break e post-cena. Insomma, quando il caldo diventa insopportabile la granita di anguria, dovrebbe essere un diritto universalmente riconosciuto.



 

Ingredienti:


• 400 gr di polpa di anguria (senza semi)

• 100 gr di acqua

• 100 gr di zucchero


 

Preparazione:


Base di partenza: preparare lo sciroppo di zucchero, ponendo sul fuoco un pentolino piccolo con acqua e zucchero e portare a ebollizione girando di tanto in tanto aumentando la cottura per alcuni minuti. Lo sciroppo una volta pronto va messo da parte e fatto raffreddare. Si procede poi all’eliminazione dei semi dall’anguria che dovrà essere tagliata a pezzettini e frullata con l’aiuto di un frullatore a immersione. La polpa va poi filtrata con un colino a fori stretti in modo che restino da parte filamenti o semi, facendo attenzione a schiacciarla bene con il cucchiaio in modo da non sprecare la frutta. In un contenitore con chiusura ermetica versate la polpa e lo sciroppo di zucchero e girate bene. Richiudete con un coperchio il contenitore e lasciatelo per un’ora circa in freezer e prima di aprire girate la granita. Nell’arco di quattro ore dovrebbe essere pronta. Per avere una granita di anguria perfetta è consigliabile mescolarla periodicamente con una forchetta, in modo che il composto non si ghiacci ma “granisca”. Sarà infatti pronta quando raggiungerà una consistenza granulosa. Potete servirla accompagnata da fette o bastoncini di anguria.


 

Comments


bottom of page