top of page

Benvenuta Estate: la terapia per mente e corpo


Cura la pelle, protegge le ossa, allevia i dolori muscolari, migliora la qualità del sonno, rafforza il sistema immunitario, riequilibra l’umore e aiuta a dimagrire. Un vero toccasana per mente e corpo. È l’estate, la stagione che tra sole, relax, movimento e buonumore segna un’occasione di rinascita.


di Stefania Antonetti


Luce, sole, tepore: cresce la voglia di muoversi e di stare in compagnia. Un’opportunità per migliorare la qualità della vita e aumentare il benessere. E la conferma arriva da medici, psicologi ed esperti del benessere: “l’estate è salutare perché si socializza di più, migliora l’umore, si mangia meglio e ci si muove di più. Ma non solo!”. Ferie a parte, anche a casa è importante imparare a sfruttare i benefici della bella stagione.



ESTATE


È la stagione più attesa, per molti coincide infatti con la pausa lavorativa e l’interruzione di molte attività invernali, studio, palestra e corsi, regalando così una maggiore quantità di tempo libero. Un periodo dell’anno in cui è possibile rompere con la routine e fare attività piacevoli e utili alla salute. “L’ideale è restare attivi e sfruttare a pieno i benefici legati all’estate sia sul piano fisico che mentale – spiegano medici e psicologi. L’allungamento delle giornate e la maggiore esposizione alla luce sono le principali condizioni che fanno dell’estate una stagione terapeutica”.



A PARTIRE DAL SOLE


Per secoli ha significato sopravvivenza, guarigione, energia, ciclo naturale. Che tradotto vuol dire: “più luce, più positività”. Le ore di luce in più stimolano la serotonina, la sostanza prodotta dalla ghiandola pineale che aiuta il buonumore, regola l’appetito e aumenta la sensazione di benessere. Inevitabile una maggiore voglia di uscire e stare in compagnia. A beneficiarne non è solo la psiche ma anche il nostro corpo. La luce stimola la produzione di vitamina D, di vitale importanza per il rafforzamento del nostro apparato scheletrico. Il sole, cura inoltre alcune malattie della pelle come psoriasi, la dermatite atopica e la vitiligine. Il metabolismo si riattiva e le difese immunitarie si rinforzano proteggendoci da molte patologie cancerogene.



PIÙ ATTIVITÀ FISICA


“Bel tempo uguale: meno macchina, più movimento all’aperto”. In estate, c’è difatti una maggiore motivazione a passeggiare o a praticare sport. Un binomio perfetto che stimola la produzione di endorfine, ossigena, favorisce una buona circolazione, riduce il colesterolo, attiva il sistema immunitario e aiuta a proteggere la salute del cervello. Caldo e attività fisica rendono inoltre necessario idratarsi più frequentemente prediligendo l’acqua. Atto generoso che regala una sensazione di benessere. Uno dei benefici più interessanti è sicuramente l’aiuto apportato alla pelle. Il caldo fa sudare e le tossine vengono eliminate dal corpo, ciò aiuta a mantenere la pelle libera da batteri e funghi, apre i pori e migliora la circolazione.



UNA DIETA PIÙ EQUILIBRATA


“Uno dei maggiori vantaggi è che la bella stagione incoraggia a mangiare in modo più sano - spiegano i nutrizionisti –. Le alte temperature portano a preferire cibi più freschi e pasti meno abbondanti. In estate come non mai, conciliare soddisfazione e salute a tavola diventa semplice. Il consumo di frutta e verdura aumenta, ottimo per il corpo”. Indiscutibilmente l’estate influisce quindi positivamente sull’alimentazione. Tutta la letteratura mondiale è concorde sul fatto che una dieta di tipo mediterraneo - molta frutta e verdura, poca carne rossa, pesci di piccola taglia, olio di oliva e frutta secca - è quanto di meglio si possa fare per il benessere del proprio corpo. E la Dieta Mediterranea è tipica della stagione estiva e dei paesi a clima caldo.



AIUTA A DISCONNETTERSI


“L’estate è un buon momento per prendersi cura di sé stessi. Sicuramente uno dei vantaggi è che si tratta di una stagione che invita a uscire, a socializzare e fare attività fuori casa – chiariscono gli psicologi. Per alcuni, si riduce il carico di lavoro e di studio e ciò contribuisce a un minor utilizzo dei dispositivi elettronici. Questo giova senza dubbio alla mente. In genere, i dispositivi riducono il contatto fisico e incoraggiano il multitasking. Staccarsi un po’ è sicuramente fonte di benessere poiché fa bene alla mente e al corpo”.



PIÙ TEMPO PER NOI


Le ferie, a casa o in viaggio, permettono di staccare dalla routine quotidiana. “Leggere un libro, fare sport, visitare un museo o passeggiare senza fretta, sono momenti che oltre a gratificare, consentono di entrare in contatto con noi stessi, ascoltare i nostri bisogni e riflettere - ribadiscono gli esperti. La lettura ad esempio è un’attività molto positiva, favorisce la configurazione di nuove connessioni tra i neuroni, aumenta la capacità di astrazione ed è un ottimo esercizio per il cervello. È stato dimostrato inoltre che una maggiore socializzazione, oltre a migliorare l’umore e aumentare la motivazione, riduce il rischio di demenza”.



L’IMPORTANZA DEL “DOLCE FAR NIENTE”


“Una semplice vacanza apporta benefici psichici e fisici per un mese intero e, talvolta, fino a dieci mesi dopo il rientro”. È quanto emerge da uno studio condotto della lcahn School of Medicine dell’Università della California e di Harvard, pubblicata su Translational Psychiatry. Gli studiosi hanno dimostrato che bastano sei giorni lontani dalla normale routine, trascorsi nel totale relax e per innescare cambiamenti a livello genetico, che smorzano lo stress, rafforzano le difese e intervengono sui livelli di alcune proteine legate allo sviluppo di demenza o depressione. Se alle ferie si aggiunge anche la meditazione, i vantaggi per la salute aumentano, diminuisco i sintomi depressivi così come lo stress persino dieci mesi dopo.



BENARRIVATO FERRAGOSTO


È il momento centrale delle vacanze quando per tradizione si organizzano grigliate e pranzi all’aperto. Un ricordo della festività istituita nel 18 a.C. dall’imperatore dei Romani: Ferragosto, infatti, deriva da Feriae Augusti, cioè “riposo di Augusto”.


 

Photo © Depositphotos.com

bottom of page