• Moretti Editore

BARBABIETOLA ROSSA: ELISIR DI LUNGA VITA


Un ortaggio ricco di preziosi nutrienti importanti per la salute. E’ la barbabietola rossa, conosciuta anche come rapa rossa per il suo colore rosso violaceo. Un concentrato di proprietà nutritive e salutari che agisce come ricostituente naturale, antiossidante, antinfiammatorio e diuretico


Dicembre: è tempo di onorare la tavola con la barbabietola rossa cruda, cotta o preparata in decotti o estratti di succhi. Dal tipico colore rosso-violaceo, dovuto alla presenza di betalaine, è un tubero che in botanica prende il nome di Beta Vulgaris. Originaria dell’Africa del Nord, era già conosciuta nel mondo greco e romano dove veniva utilizzata soprattutto per i suoi benefici in campo medico. Grazie alle coltivazioni nei monasteri, la barbabietola rossa arrivò anche in Europa ma il suo utilizzo alimentare era strettamente legato alla scoperta dello zucchero estratto. Nel 1747 il chimico prussiano Andreas Sigismund Marggraf cominciò a produrre lo zucchero e aprì la prima fabbrica, mentre nel 1811 alcuni scienziati francesi mostrarono a Napoleone dei panetti di zucchero estratto da barbabietola. Estasiato, ne ordinò la coltivazione e nel giro di pochi anni sorsero più di 300 fabbriche di zucchero da barbabietola in tutta Europa. Ieri come oggi resta una delle poche verdure rosse dal sapore dolciastro ben tollerata e una vera sorgente di benessere. A partire dai suoi valori nutrizionali: 100 grammi di barbabietola rossa apportano difatti: 19 kcal; 1,1 grammi di proteine; 4 di carboidrati; 4 di zuccheri; 0 grassi e 2,6 grammi di fibra. Un’alleata preziosa dunque della bilancia e una scelta vincente se consumata regolarmente.



REGOLA LA PRESSIONE


Ha un contenuto particolarmente alto di potassio, che agisce come regolatore della pressione arteriosa e si rivela indispensabile per il buon funzionamento del sistema nervoso.



FA BENE AL CUORE


Il succo della barbabietola è un aiuto validissimo nella prevenzione delle malattie cardiovascolari, perché contiene il nitrato, una sostanza presente anche negli ortaggi a foglia verde, che migliora il flusso sanguigno e riduce la pressione arteriosa.



RICOSTITUENTE NATURALE


Tra le vitamine contenute nella barbabietola rossa è presente la C, che rinforza il sistema immunitario e alcune del gruppo B, come la B1, B3 e B9 o acido folico, fondamentale in gravidanza.



DEPURATIVA E RINFRESCANTE


Tali proprietà sono dovute alla presenza di acqua e sali minerali, come il potassio, che facilitano il fisiologico drenaggio dei liquidi. La presenza delle betalaine, potenti antiossidanti, rallentano l’invecchiamento cellulare.



CONTRASTA L’ANEMIA


La presenza di ferro rende la barbabietola rossa un alimento da inserire nella dieta per coloro che hanno livelli bassi di ferro nel sangue o globuli rossi indeboliti. Un vero antidoto alla perdita di appetito grazie alla sua quantità di vitamine del gruppo B e in particolare all’acido folico poco presente nell’alimentazione.



AIUTA IL COLON


Una proprietà importante della barbabietola rossa è quella di riuscire ad assorbire gli acidi biliari e promuovere la crescita di batteri buoni. Ideale anche per contrastare irregolarità intestinali e stitichezza, grazie alla presenza della fibra alimentare. Le fibre rendono inoltre l’ortaggio un alimento depurativo, utile ad eliminare le tossine. Stimola la secrezione di succhi gastrici che facilitano la digestione.



ANTINFIAMMATORIO NATURALE


Soprattutto il suo succo, regala una potente azione antinfiammatoria e protettiva. Un effetto dovuto ad alcuni antiossidanti della famiglia delle betalaine contenuti nella barbabietola rossa.



ANTITUMORALE


Secondo recenti studi ancora in corso, la barbabietola rossa rappresenterebbe un antitumorale nel caso di cancro al colon, al seno, alla prostata e al pancreas.



CONTRO LA DEPRESSIONE


La barbabietola contiene la betaina, sostanza che contrasta la depressione e il triptofano, un amminoacido che induce il cervello a produrre serotonina, sostanza che dona un’immediata sensazione di benessere.



CONTROINDICAZIONI


La barbabietola non è indicata per chi fa uso di farmaci anticoagulanti e per chi soffre di calcolosi renale. Dovrebbero evitarla anche coloro che hanno acidità di stomaco perché stimola la produzione di succhi gastrici.



CURIOSITÀ


È interessante notare come dalla spremitura delle barbabietole rosse si ottenga un colorante costituito da differenti pigmenti, tutti appartenenti alla classe delle betalaine, che può essere utilizzato come additivo alimentare e indicato in etichetta con la sigla E162



SUCCO DI BARBABIETOLA ROSSA: ALLEATO DEGLI SPORTIVI


Succo di barbabietola rossa e sport agonistico. Un binomio perfetto che non delude. Studi recenti hanno infatti dimostrato la fortunata applicazione degli agenti nutritivi contenuti nel succo di barbabietola rossa nello sport agonistico. E’ emerso che l’apporto dietetico di nitrati migliora l’efficienza muscolare, riducendo il costo di ossigeno per l’esercizio fisico sub-massimale, potenziando le prestazioni negli esercizi di resistenza. Migliora inoltre la funzione contrattile del muscolo scheletrico, la potenza muscolare e le prestazioni degli esercizi sprint. Effetti positivi riscontrabili in attività e discipline che coinvolgono la contrazione di breve durata, che richiedono forza e potenza, come i velocisti e attività sportive di lunga durata come corsa da fondo, ciclismo, sci da fondo e alpinismo. Sport che richiedono resistenza muscolare.

Foto © Depositphotos

7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti