ANGURIA & MELONE: INTERPRETI DELL'ESTATE




Deliziosi frutti estivi ricchi di acqua e sali minerali sono ipocalorici, dissetanti e gustosi. Naturali antinfiammatori ottimi per la circolazione, per rallentare l’invecchiamento cellulare, per rinforzare il sistema immunitario e depurare l’organismo. È tempo di anguria e melone!


“ANGURIA O MELONE?”


All’eterno dilemma estivo gli esperti rispondono: “possibilmente entrambi.” Il dibattito si accende e con l’arrivo della bella stagione e del gran caldo, la domanda diventa lecita: “qual è il frutto rinfrescante preferito dagli italiani?”. Qualcuno addirittura ha pensato di ricorrere a un sondaggio su tale “delicatissimo” argomento. Ha vinto il cocomero, con il 65% delle preferenze, contro il 35% del melone.

A rivelarlo è un “referendum” promosso da Deliveroo, la piattaforma leader nell’online food delivery, che ha invitato i suoi utenti a scegliere nella “epica” sfida tra anguria e melone, i frutti più “iconici” e rinfrescanti dell’estate.



FRESCHEZZA E SOLLIEVO DALLA CALURA ESTIVA


Dolci e gustosi, dalla polpa succosa e profumata, se consumati a completa maturazione sono una gioia per il palato e un ottimo rimedio naturale per contrastare il caldo. Appartenenti entrambi alla famiglia delle Cucurbitacee, sono ricchi di acqua, pari rispettivamente al 95% e al 90%, contengono inoltre preziose vitamine e sali minerali. Ottimi per reidratare, dissetare e placare la sensazione di fame. L’anguria ha più acqua ed è particolarmente diuretica; il melone però, contiene maggiori vitamine A, B e C e ha più proprietà lassative o stimolanti per intestini pigri. Sono perfetti per chi segue una dieta e per chi intende rinforzare l’organismo.



CAMPIONI DELLE TAVOLE ESTIVE


Finché saranno presenti nel frigo, l’inverno sarà lontano! “Rinfrescanti, idratanti, remineralizzanti e poveri di zuccheri e fibra sono entrambi un’ottima scelta -chiariscono nutrizionisti e dietologi-. Ricchi di antiossidanti rallentano l’invecchiamento cellulare, aiutano a rinforzare il sistema immunitario, hanno proprietà antinfiammatorie, depurano l’organismo e aiutano la circolazione. Contengono inoltre potassio, fosforo ferro e magnesio, che tradotto vuol dire ottimi integratori naturali contro il caldo”. Esistono comunque delle differenze tra i due frutti.



L’ANGURIA


Comunemente chiamata anche cocomero è fonte di vitamina A, C e vitamine del gruppo B, di minerali quali potassio, fosforo e magnesio e antiossidanti tra cui licopene e beta-carotene, che conferiscono alla polpa il caratteristico colore rosso. Un valido alleato contro la spossatezza e la diuresi grazie all’elevato contenuto di acqua e della presenza di citrullina. È sconsigliato però al termine del pasto, perché l’eccesso di acqua può diluire i succhi gastrici e rallentare la digestione. Ottimo invece come spuntino da gustare in estratti o in frullati.



IL MELONE


Sia nella variante estiva che invernale è un frutto ricco di beta-carotene che stimola la produzione di melanina favorendo l’abbronzatura, mentre la luteina, zeaxantina (antiossidanti) e vitamina A proteggono la vista. Contiene inoltre vitamina B6 che aiuta a contrastare i disturbi del sonno e dell’umore. Vincente se abbinato a tavola con qualche fettina di prosciutto crudo, ottimo anche nella preparazione di granite e gelato, con lo yogurt, come sorbetto e come ingrediente di fresche insalate.



IL COCOMERO > I BENEFICI


Diuretico, rinfrescante e depurativo. E c’è di più: 100 grammi di anguria contengono meno di 20 Kcal, in pratica la metà delle calorie di altri frutti. Senza dimenticare che:


  • È dissetante, rinfrescante ed energetico.

  • È ricco di acqua e aiuta a recuperare i liquidi persi.

  • Sono presenti vitamina C e potassio che svolgono un’azione depurativa e detossificante, utili per contrastare la ritenzione dei liquidi, il gonfiore alle gambe e l’ipertensione.

  • Aiuta a proteggere la pelle dai rischi causati da un’esposizione prolungata ai raggi UV.

  • È un aiuto naturale contro le malattie cardiache e contribuisce a tenere sotto controllo i livelli del colesterolo.

  • Migliora la qualità del sonno e dell’umore favorendo la produzione di serotonina nel nostro corpo.

  • La polpa rossa contiene licopene, un idrocarburo appartenente al gruppo dei carotenoidi, degli antiossidanti (spazzini dei radicali liberi responsabili dell’invecchiamento delle cellule) che agiscono preventivamente contro i tumori.

  • È afrodisiaco.

  • Potrebbe non risultare facilmente digeribile. L’eccessiva presenza di potassio rispetto al sodio potrebbe fare insorgere crampi muscolari.


IL MELONE > I BENEFICI


Aperitivo, diuretico, lassativo e rinfrescante. Anche il melone ha la sua grossa fetta di estimatori che amano senza riserve la dolcezza del frutto arancione. Particolarmente apprezzato anche dal punto di vista nutrizionale poiché “vanta” solo 32 calorie per 100 grammi e per innumerevoli altre proprietà.

  • Favorisce l’abbronzatura.

  • Contiene molta acqua (il 90%) pertanto disseta e rinfresca e aiuta in caso di disidratazione.

  • Povero di calorie è invece ricco di ferro e dunque adatto a chi soffre di anemia.

  • È ricco di calcio e ferro.

  • È un ricostituente naturale e ha poteri tonificanti.

  • Aiuta a prevenire la formazione dei radicali liberi e l’invecchiamento cellulare ed è un valido aiuto nella prevenzione delle smagliature. Ha inoltre effetti antigonfiore.

  • Aiuta a contrastare la fame nervosa, migliora la capacità visiva e rinforza ossa e denti.

  • Ha proprietà diuretiche, depurative e disinfiammanti e aiuta a migliorare la circolazione.

  • Aiuta a eliminare i trigliceridi in eccesso e a tenere il colesterolo sotto controllo.

  • Poco digeribile per qualcuno è sconsigliato in caso di diabete e di dispepsie per il suo effetto lassativo.


 

Foto © Depositphotos.com